A+ R A-

"Come Ho Creato il mio Menabò": Ad Un Anno Esatto dall'Apertura Paolo Camponeschi Spiattella Tutto

Oggi intervisto Paolo Camponeschi, che insieme a suo fratello Daniele ha aperto nel 2018 Menabò, enosteria a Roma. Grande attenzione alle materie prime, alla carta dei vini senza dimenticare il sociale (il caffè è prodotto dai detenuti di Rebibbia), servizio curato, ambiente sincero, che richiama nei colori l'atmosfera che si poteva respirare in un locale di inizio secolo scorso e una civetta stilizzata come benvenuto all'entrata che fa tanto Art Noveau: questi gli ingredienti di quella che è stata definita una delle aperture più belle nella Capitale.

 

Leggi tutto: "Come Ho Creato il mio Menabò": Ad Un Anno Esatto dall'Apertura Paolo Camponeschi Spiattella Tutto

Come Scegliere Una Bottiglia di Vero Extravergine

Come scelgo la bottiglia di vino perfetta? Nel dubbio sul web per scegliere una bottiglia di vino si possono trovare infografiche meravigliose che ci guidano nella scelta tenendo in considerazione tantissime varianti. Alla fine sembra di partecipare a una caccia al tesoro dove come premio, dietro l'angolo, c'è la bottiglia perfetta da stappare da solo o in sempre perfetta compagnia.

Purtroppo, non si può dire lo stesso per una bottiglia di olio. Cercando e ricercando non ho trovato infografiche. Eppure l'olio extravergine è l'ingrediente principe della nostra cucina mediterranea. Eppure, e con molta fatica, la cultura dell'olio extravergine sta crescendo grazie a tanti corsi, eventi, manifestazioni, degustazioni organizzati sia da parte di noi piccoli produttori e delle Associazioni, che da parte delle pochissime oleoteche presenti in Italia. In molti ristoranti inizia ad essere presente una carta degli oli. Eppure una bella infografica ancora manca. E allora come posso scegliere la bottiglia perfetta di olio extravergine?

Senza infografica, scegliamola insieme. 

Leggi tutto: Come Scegliere Una Bottiglia di Vero Extravergine

Cacio sui Maccheroni? No, Olio Evo sul Gelato ed è Pure Buono!

fragole

L'olio evo non conosce frontiere. Dopo aver passato un paio di stagioni difficili, con una che si preannuncia con analoghe criticità, il mondo dell'olio evo ha però conosciuto in questi ultimi 2 anni una attenzione mediatica straodinaria: carta degli oli a casa e al ristorante, corsi per sommelier dell'olio evo, incontri di degustazione, fiere specializzate, oleoteche, oil bar.

Non da ultimo il gelato entra nei bar, nella preparazione di gustosissimi cocktail e in pasticceria e diventa il re dei dolcetti vegani, spodesta l'olio di palma (e gli oranghi ringraziano) e ora si affaccia nel sacro tempio del gelato.

A Roma, il prossimo 26 giugno, al Porto Fluviale andrà in scena un sorprendente Corso su gelati tradizionali e innovativi con Dario Benelli patron de La Gourmandise-Roma, storica bottega a Monteverde nota per i suoi abbinamenti ricercati e originali (Lampone in acqua di rose, Mandorla in crosta di sale, Crema al timo e limone quelli che voglio assolutamente assaggiare).

Dario Benelli è un vero artigiano del gelato: tutti gli ingredienti sono preparati in casa, non usano aromi ed emulsionanti, impiega: frutta fresca, materie prime locali, prodotti Dop, IGP, filiera equo-solidale, per farla breve nulla è frutto di una scelta casuale.

Nella sua lezione del prossimo 26 giugno, Dario coinvolgerà nella sua inarrestabile ricerca tra tradizione ed innovazione i fortunati partecipanti al corso, insegnando a miscelare nelle giuste dosi i migliori ingredienti per la preparazione di un “Supergelato” crema con mandorle e curcuma, di un gelato “vegan friendly” a base di olio evo profumato all'arancia e di uno strepitoso sorbetto alla frutta.

Per la versione vegan e tutta frutta riflettori puntati anche su due produttori di olio evo e di frutta della Sabina (premiati dal Gambero Rosso): Dorodop e DueNoveSei.

Come potevo lasciarmi sfuggure una notizia del genere!

Raggiungo Dario Benelli per parlare del corso e carpirne qualche piccolissimo segreto.

Leggi tutto: Cacio sui Maccheroni? No, Olio Evo sul Gelato ed è Pure Buono!

5 Cose da Cucinare se Inviti a Cena un Vero Esperto di Extravergine

In questi giorni è tempo di molitura e a breve l'olio nuovo potrà essere presentato, degustato, valutato e paragonato per profumi e intensità all'annata precedente o per chi se lo può permettere alle annate precedenti (eh sì, esistono anche le verticali di olio). 

Nel mondo del web si parla sempre e molto della figura del sommelier del vino e ultimamente ho letto un articolo interessante, non recentissimo ma sempre attuale, su Il Giornale del Cibo su cosa NON fare se se ne invita a cena uno, ennesima riprova che l'abbinamento cibo-vino, winepairing, continua a essere il re unico e assoluto delle nostre tavole.

Da diversi anni però al sommelier del vino, si è affiancata la figura del sommelier dell'olio. E cosa succede se vuoi invitarne uno a cena a casa tua? Non affidare niente al caso, studia un menu che possa sorprendere, prevedendo per ogni pietanza un abbinamento che sia cibo-olio e cibo vino. Stupisci il tuo invitato dall'antipasto al dolce. Non sai come? Sono un sommelier dell'olio e se inviti me, ecco cosa cucinare per farmi felice.

Leggi tutto: 5 Cose da Cucinare se Inviti a Cena un Vero Esperto di Extravergine

Il Lusso nell'Olio Secondo Umberto Giraudo

Sono mortificato: è tanto, troppo tempo che non posto. Lo so, sono stati mesi di assenza. La lontananza non è stata negligenza o latitanza, poche idee o poca voglia, ma solo, semplice lavoro. non digitale, ma manuale, in campo, sul trattore, in frantoio e alla fine sono arrivato al nuovo anno.

Mi scuso e inizio il 2017 con una grande intervista ad un grande personaggio del mondo della ristorazione e dell'hotellerie internazionali e mi riallaccio a argomenti che mi sono cari:. la carta degli oli al ristorante e a casa. Oggi incontriamo un maestro dell'arte del ricevere, Umberto Giraudo, cavaliere dell’Ordine al Merito Repubblica dal 2005, restaurant manager, sommelier, project manager, guest service manager e docente presso la LUISS.

Umberto si è formato in prestigiosi ristoranti francesi, è stato ambasciatore dell'ospitalità dell'unico ristorante 3 stelle Michelin a Roma, e adesso si occupa di assicurare una esperienza di soggiorno indimenticabile e su misura ai fortunati ospiti di uno dei migliori alberghi italiani 5 stelle lusso.
Leggi tutto: Il Lusso nell'Olio Secondo Umberto Giraudo

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookies e per sapere come bloccalri, vedi la nostra cookies policy.